Le pagelle del ministro ed i fannulloni operosi

Stamattina vengo convocato ad una riunione nel Dipartimento per cui lavoro; solita noia, immagino tra me. Saranno le solite chiacchiere su come ripartire inesistenti fondi per il personale tecnico. Una perdita di tempo, visti gli arretrati in laboratorio.

Invece sbagliavo: si è trattato di 30 minuti esilaranti. In pratica, il nostro direttore ci ha spiegato che doveva dare corso al decreto del ministro Brunetta che impone di stilare delle pagelle sull’operato dei dipendenti. Esclusi quelli che avevano ottenuto una progressione orizzontale, eravamo rimasti in sei a poter beneficiare del fondo di incentivazione; tutti tecnici ovviamente, dato che dirigenti e professori nessuno li giudicherà.

L’amministrazione centrale dell’Università, dando corso alle norme del momento, ha inviato una scheda che chiedeva di individuare nell’ordine: un dipendente “eccellente”, con punteggio da 9 a 10, quattro dipendenti “nella media”, con punteggio da 3 a 8;  un dipendente “fannullone” con punteggio da 1 a 2.

Al termine della spiegazione, attorno al tavolo, ci siamo guardati attoniti. Tra i sei astanti, di imboscati non ce n’erano; negli ambienti piccoli, a conduzione familiare, è facile che finisca così. Il direttore si sentiva piuttosto imbarazzato, per il fatto di dover esprimere un giudizio platealmente falso su almeno una persona. Essere obbligati per legge a certificare il falso non è simpatico; eppure questa era la situazione.

Fortunatamente, ci soccorre la normativa emanata dal ministero: i dipendenti che si siano assentati per maternità devono obbligatoriamente essere sistemati nella categoria dei fannulloni. A questo punto, la riunione è divenuta ancora più imbarazzante: la dipendente che si era assentata per maternità è ben nota per l’impegno profuso nella gestione di laboratori ed attrezzature. Ma la normativa sembra inflessibile: niente da fare, il giudizio peggiore tocca a lei. Tanto per far capire a tutti che ai nostri ministri non interessa che qualche donna italiana, ogni tanto, metta al mondo un figlio; gli immigrati evidentemente sono più che sufficienti.

Il direttore, quando abbiamo finito di firmare le scartoffie del caso, ci fa notare che è sorprendente pensare che la legge lo obblighi ad individuare un lavoratore “eccellente”, anche se magari non c’è. Se fossimo stati tutti somari, uno di noi sarebbe comunque stato giudicato bravissimo. Qualcuno intorno a me ha detto che questa baracca normativa è probabilmente contraria a numerosi articoli della Costituzione; non lo so, però di sicuro è una trovata fenomenale.

Per motivi politici a me difficilmente comprensibili, il titolo di fenomeno dell’anno lo ho ricevuto io. Il confronto con la collega ingiustamente denigrata, che sul piano professionale non ha nulla da invidiarmi, mi ha fatto arrossire di vergogna. Ci siamo lasciati ripromettendoci di assegnare a lei una buona valutazione l’anno prossimo; io personalmente spero che questo delirio normativo venga almeno rivisto.

Un collega ha invece esclamato “..se il due in pagella lo date a me, io smetto di lavorare per davvero!..”.

Per adesso, l’effetto in busta paga sarà una differenza di pochi euro al mese; in futuro la situazione potrebbe aggravarsi. Comunque, prendersela con chi non ha possibilità di difendersi è disdicevole; e non vale solo tra i precari – alle cui fila appartenevo fino a poco tempo fa, e non me ne sono scordato.

Qualche volta sento dire in giro che stiamo collassando come l’Unione Sovietica; se stiamo andando veramente in rovina non lo so, ma una cosa l’ho capita: siamo in Unione Sovietica.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in attualità, risate, varie e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Le pagelle del ministro ed i fannulloni operosi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...