Oro fino

Con i crack che sconvolgono varie economie in giro per il mondo, è alta l’attenzione per l’oro. Il biondo metallo piace un sacco, in tempo di crisi; per una qualche ragione, esistono persone che lo vedono come un bene rifugio. Sul blog di Oronero, viene segnalata l’ennesima impennata nel prezzo del metallo. Comunque non è una novità del momento, come possiamo verificare sul sito di Goldprice: dopo una stazionarietà che durava da almeno 25 anni, di colpo le quotazioni dell’oro sono impazzite a partire dal 2007 – 2008. Uno degli effetti collaterali del picco del petrolio, si direbbe.

Ma l’oro non nasce mica in mezzo alle zucchine: quanto ce n’è in giro? Sulla pagina dell’enciclopedia dicono “…At the end of 2009, it was estimated that all the gold ever mined totaled 165,000 tonnes…”. Il dato delle 165.000 tonnellate lo conoscevo già, circola da tempo questa stima. L’estrazione è lenta, mica facile cavarlo: bisogna macinare montagne di roba e poi trattare con cianuri, ossidare i complessi cianoaurati, trattare il precipitato per via elettrolitica….un lavoraccio! E’ facile capire come mai la produzione superi di poco le 2.000 tonnellate annue. Il totale estratto cresce con estrema lentezza, i limiti imposti dalla geologia sono importanti.

Insomma, sono 165.000 tonnellate in tutto, parrebbe. Se divido per 6,92 miliardi di persone, ottengo 23,84 g di oro pro capite. Un cubetto avente lato pari a 1,073 cm. Che abbondanza. La attuale corsa all’oro sottende la pretesa di tornare ad utilizzare questo metallo come moneta, o come garanzia per una moneta; e con ciò naturalmente si pretende di avere oro a sufficienza per riuscirci. Ponendo un prezzo di giornata di 35 euro per grammo, ne devo dedurre che per i sostenitori del gold standard 35 · 23,84 = 834,4 euro rappresenta un controvalore corretto per tutta la liquidità disponibile per un essere umano medio. In alternativa, questi signori forse ritengono di poter aggiungere un paio di zeri al valore del metallo.

Mi sa che se vogliamo tornare ai dobloni dobbiamo metterci a scavare, e di lena anche. Vado subito a controllare i picconi in magazzino.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in geologia, risate, soldi e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...