Temperature 2011

Per commemorare i trascorsi climatici del 2011, è ora di dare un’occhiata alle mappe; quelle del Goddard Institute for Space Studies della NASA. Qui lo strumento di rappresentazione delle mappe di anomalia termica. Argomento poi già discusso un anno fa, ma sempre attuale purtroppo.

mappa di anomalie di temperatura anno 2011, riscaldamento globaleAnomalie termiche anno 2011, rispetto al periodo 1951 – 1980. Fonte: NASA.

Per l’anno appena trascorso non ci sono in effetti cose nuove da segnalare, tutto fila liscio come sempre. Il pianeta su cui abitiamo insiste a scaldarsi a velocità preoccupante. Durante l’annata gran parte dell’Europa ha sperimentato temperature medie di 1 – 2 gradi superiori ai valori di riferimento; gli effetti più gravi al solito si sono registrati alle alte latitudini, con bollori evidenti nel nord della Siberia. Pare superata la crisi dei cereali innescata dagli incendi del 2010 in Russia, ma la situazione resta poco buona.

L’Arpa dell’Emilia Romagna ha rilevato a sua volta il problema; quantificato in 0,6 °C di temperatura eccedente il normale. Bisogna però dire che nel caso dell’Arpa il periodo di riferimento si estende dal 1961 al 1990, e questo cambia parecchio le cifre in gioco. Le due basi di partenza per il calcolo sono inevitabilmente diverse, il valore ottenuto da Arpa è decisamente attutito rispetto a quello della NASA.

Se è dunque vero che a fine 2010 il Canada si era trovato senza neve e la Russia senza grano, bisogna ricordare il fatto che quest’anno in Italia ci siamo ritrovati con poco vino. Sulla carta, doveva essere una buona annata: le previsioni di Assoenologi erano lusinghiere a metà estate. E fino a fine luglio abbiamo avuto poco caldo e piogge insolite, tutto bene nei vigneti. Poi però ad agosto caldo forte e niente acqua; niente di strano, vero? Già, è normale che ad agosto ci sia siccità. Ma non è normale che questa condizione perduri anche per i mesi di settembre ed ottobre. Attorno a casa mia i prati erano praticamente inceneriti, e le vigne hanno sofferto. E così, una annata che si annunciava buona si è conclusa in un fiasco; poco peso, per fortuna le gradazioni zuccherine delle uve sono risultate discrete.

Questa faccenda della viticoltura in difficoltà è didascalica, serve bene a far capire che la mappa della NASA non è un capriccio per nerd annoiati; le temperature in aumento e le alterazioni nel regime delle piogge avranno effetti poco gradevoli per noi umani.

Nel mentre nevica, e fa freddo. I telegiornali in questi giorni sono farciti di immagini su treni in avaria e strade bloccate. Immagino che frotte di sprovveduti potranno ora guardare con aria di sufficienza al problema del riscaldamento globale. E dire che vent’anni fa nessuno si sarebbe messo a gridare alla catastrofe per temperature minime di -15 °C. Sospetto fortemente che questa punta di freddo improvviso non riuscirà comunque a riportare l’inverno in corso dentro al campo delle temperature normali, ma lo potremo dire con sicurezza solo tra un po di tempo. Nel mentre se non altro abbiamo finalmente un po di acqua, in forma solida, a chiudere momentaneamente il problema della siccità che aveva destato tante preoccupazioni in Romagna.

Osservando infine la mappa delle temperature medie annue proposta dall’enciclopedia mi fa riflettere la nota di commento: “…above the tropics, temperatures fall off more rapidly as one travels towards the Earth’s Poles, at a rate of approximately 1 °C for every 145 km…”. Se per ogni grado centigrado di temperatura media annua ci spostiamo di 145 km lungo i meridiani, bisognerà che ci domandiamo come potremo gestire anche solo 2 °C di surriscaldamento. Occorrerà spostare verso nord le attuali fasce climatiche di 290 km, ammesso che tutto si svolga in maniera così regolare. Riusciremo a convincere i pescheti della Romagna a trasferirsi in Tirolo?

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in agricoltura, ambiente e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Temperature 2011

  1. anlusa78 ha detto:

    volevo mettere il mi piace ma non lo ho trovato……… allora scrivo!
    grazie bell’articolo, scrivi sempre cose interessanti e in qualche caso ti ho anche copiato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...